DR. MARTENS

3 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina
  1. DR. MARTENS

    STIVALE ANFIBIO BASQUIAT ...

    36 37 38 39 40 41
    As low as € 289,00
  2. DR. MARTENS

    STIVALE ANFIBIO 1460 PASC...

    36 37 38 39 40
    As low as € 235,00

3 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina

DR. MARTENS

Dr. Martens: da scarpe da lavoro a must have virale

Chi non conosce gli anfibi Dr. Martens? Sono le scarpe che hanno segnato la moda anni ’90 e che ora sono nuovamente in cima alle wishlist di tutte le donne. Eppure la storia dell’azienda risale a oltre un secolo fa e, forse, non è come ve l’aspettate.

Gli imprenditori Benjamin Griggs e Septimimus Jones avevano come obiettivo quello di produrre scarponi per minatori e militari dell’esercito britannico: erano di colore nero, con 10 buchi e suola chiodata.

In seguito, nel 1943, il medico tedesco Klaus Martens, dopo essersi rotto un piede, cominciò a studiare un tipo di suola ammortizzata, così da poterla sopportare maggiormente. E, da solo, realizzò uno scarponcino marrone a 8 buchi, ispirandosi proprio agli scarponi dei minatori.

Se inizialmente l’idea non è ebbe molto successo, dopo qualche modifica e la collaborazione con Herbert Funck, gli scarponcini iniziarono ad essere molto apprezzati. Merito della suola realizzata con gli scarti della gomma dell’aviazione militare tedesca e della tomaia fatta con vecchie divise dell’esercito tedesco.

Nel giro di poco tempo gli anfibi furono consacrati al successo, tanto per la comodità, quanto per la resistenza nel tempo. E piacevano anche alle donne!

La prima fabbrica fu aperta nel 1952 a Monaco e da allora non ha mai conosciuto crisi. In seguito Griggs acquistò l’azienda e le cambiò il nome in Dr. Martens.

Sugli anfibi Dr. Martens vennero apportate altre modifiche, come il tacco arrotondato e la fettuccia posteriore con la scritta Air Wair, e aggiunta la storica cucitura gialla.

E così giunsero sul mercato nel 1960 le prime scarpe: le Dr. Martens 1460. Non nero, il primo modello è stato proposto nel colore rosso ciliegia (bordeaux) e dotato di 8 buchi. L’anno successivo furono lanciate le stringate: le Dr. Martens 1461 a 3 buchi.

Inizialmente erano considerano le scarpe dei lavoratori, poi della sottocultura, poi dei ribelli. Di certo c’è che Dr. Martens vanta collaborazioni con i più grandi stilisti del mondo, da Jean Paul Gaultier a Jimmy Choo.

Motivo per cui, dal percorso grunge alle passerelle del prêt-à-porter, le scarpe Dr. Martens sono diventate virali e si possono abbinare ad ogni tipo di look. Inoltre, ogni anno le collezioni si ampliano con nuove rivisitazioni, colori sempre attuali e fantasie. Tra le più amate ci sono le Dr. Martens platform, ovvero con la suola rialzata, ideale per regalarsi qualche centimetro in più.

Scoprite la nuova selezione del catalogo Dr. Martens su Gold Boutique!